Nonino: da oltre 100 anni rivoluzionano l’arte della distillazione artigianale

La famiglia Nonino si dedica all’arte della distillazione artigianale da oltre 120 anni.

Una lunga storia che ha coinvolto diverse generazioni e che è partita nel 1973 quando Benito e Giannola Nonino hanno totalmente rivoluzionato il sistema di produzione della grappa in Italia e nel mondo.

Sono tanti i prodotti di quest’azienda: creano la Grappa di singolo vitigno, il Monovitigno Nonino,
distillando separatamente le vinacce dell’uva Picolit e trasformano la Grappa italiana da Cenerentola a Regina dei Distillati a livello internazionale.


La famiglia si occupa in prima persona dell’acquisto della materia prima freschissima e segue le varie fasi della distillazione artigianale per garantire la massima qualità del distillato.
Le grappe e ÙE® Nonino Invecchiate e Riserve da sempre seguono un invecchiamento naturale in barriques e piccole botti sotto sigillo e sorveglianza permanente dell’agenzia delle Dogane e dei Monopoli, senza aggiunta di coloranti.

Oggi nelle 7 cantine invecchiamento vengono custodite 2450 barriques e piccole botti di legni diversi tra cui: Rovere Nevers, Limousin e Grésigne, ex-Sherry, Acacia, Ciliegio selvatico e Frassino.

 

Con questa filosofia di lavoro sono stati raggiunti straordinari traguardi e riconoscimenti tra cui ricordiamo:

  • 1 Gennaio 2000 Wine Spectator, considerata la Bibbia dell’enologia mondiale, nel numero che
    celebra il nuovo millennio apre il servizio dedicato alle Acquaviti del mondo con la Grappa Nonino Cru Monovitigno® Picolit a piena pagina ed invita a brindare al terzo Millennio con questa Superba Acquavite.
  • 4 Dicembre 2003 Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi consegna a Giannola e
    Benito Nonino il prestigioso Premio Leonardo Qualità Italia per la “Qualità assoluta, la Ricerca e
    l’Innovazione… I Nonino sono riconosciuti i veri Ambasciatori della Grappa Italiana nel Mondo;
  • Gennaio 2017 La rivoluzione Nonino è STORIA inconfutabile! “da Cenerentola a Regina del mercato”: la prestigiosa London School of Economics Business Review pubblica il caso-studio realizzato da due eminenti Professori di Vienna e di Edimburgo che attesta come “la grappa italiana è riuscita a conseguire l’incredibile passaggio di status dal fondo alla cima della scala di status” per merito dell’incredibile lavoro realizzato dai Nonino. Giannola e la sua famiglia, grazie alla loro Grappa di Picolit, hanno creato una testa di ponte nella costosa categoria di alto status occupata dai distillati stranieri; altri produttori artigianali seguirono e, col tempo, si ribaltò tutto il significato della grappa nella società italiana. La grappa divenne “lo spirito nazionale”, a pari livello di whisky e cognac.

Dal 30 marzo al 2 aprile saranno i protagonisti del Cooking Fest, il salone dell’enogastronomia e delle tecnologie per la cucina.

CONTATTI:

Pavia di Udine – via Aquileaia – 33050

0432 676038 – info@nonino.it – www.grappanonino.it

Leave Comment